Fare il bagno al gatto: come e perché lavare il gatto

Fare il bagno al gatto: come e perché farlo

Ultimo aggiornamento: 29 Marzo, 2022

Fare il bagno al gatto oppure no? Spesso, chi ha un gatto si pone questa domanda, soprattutto se il micio è arrivato da poco in famiglia. Il gatto, si sa, non è un grande amante dell’acqua e tende a scappare per evitarne il contatto. Ma è sempre così? Inoltre, fare il bagno al gatto è davvero utile ed indispensabile? Vediamo insieme consigli e suggerimenti per capire come e perché farlo.

Fare il bagno al gatto può diventare una sana abitudine per eliminare lo sporco, per rimuovere l’eccesso di pelo ed eliminare eventuali parassiti. In realtà, il gatto è, per natura, un animale molto pulito, che provvede autonomamente a lavarsi. A volte, però, il suo pelo potrebbe aver bisogno di cure specifiche, soprattutto se è arrivato da poco in famiglia oppure se è un gatto a pelo lungo. Inoltre, se il micio è abituato a passeggiare all’esterno, il problema potrebbe diventare più evidente.

Oltre alla sporcizia, infatti, il pelo del gatto potrebbe trattenere insetti e parassiti, come pulci, zecche, pidocchi e acari. Il gatto, inoltre, potrebbe essere infestato da tenia e, in questo caso, il manto può apparire spento, irto e duro al tatto. Vediamo, quindi, con che frequenza lavare il gatto e altri consigli utili per questa pratica.

Ogni quanto fare il bagno al gatto?

La frequenza con cui lavare il gatto è variabile e soggettiva. Molto dipende dalla tipologia di pelo del gatto, da eventuali problematiche fisiche e da quanto apprezzi essere lavato. Generalmente, infatti, i gatti non gradiscono molto l’acqua, ma per alcuni può diventare un gioco e altri ne sono addirittura attratti.

La razza Maine Coon, ad esempio, apprezza molto l’acqua e, per i gatti di questa specie, fare il bagno diventa un momento di divertimento. In generale, un gatto con il pelo medio-lungo può essere lavato ogni 2-3 mesi. È bene, infatti, non esagerare con bagni frequenti e con l’utilizzo di prodotti per il lavaggio, perché il pelo potrebbe indebolirsi.

Ricorda, poi, di utilizzare uno shampoo adatto al gatto, di ottima qualità e che non contenga sostanze dannose. Prediligi i prodotti naturali, senza l’aggiunta di sostanze chimiche.

Shampoo per Cani e Gatti 500ml - Shampoo Delicato Profumato con...
  • Shampoo Gatto & Cane Idratante - Grazie agli ingredienti accuratamente scelti, lo shampoo cane e gatto di Animigo idrata, lenisce e rende il manto del tuo amico a 4 zampe estremamente liscio e...
  • Per Pelli Sensibili - La formula dello shampoo gatti & cani di Animigo svolge una tripla azione. L'olio di cocco contrasta la secchezza della pelle ed eventuali rossori. L'olio di lavanda invece,...
  • Sicuro da Usare - Lo shampoo per gatti e cani di Animigo è un prodotto delicato e sicuro che rispetta il naturale equilibrio del pH. Inoltre, il nostro shampoo per cani pelo lungo, corto e gatti non...

Consigli per lavare il gatto

Se hai deciso di provare a lavare il tuo gatto, sappi che potrebbe spaventarsi, graffiarti e scappare. Fare il bagno al gatto, infatti, richiede calma e pazienza, non può essere un’operazione veloce e fatta con poca attenzione. Innanzitutto, devi creare un’atmosfera tranquilla e rilassata, rassicurando il tuo gatto con gesti affettuosi e parlando con un tono pacato.

Evita, inoltre, di avere degli atteggiamenti che potrebbero innervosirlo o spaventarlo. Ad esempio, non mettere il gatto direttamente sotto il getto dell’acqua, non frizionarlo contropelo ed evita di bagnare zone delicate come occhi, orecchie e muso.

Utilizza, ad esempio, una bacinella riempita con 10-15 cm di acqua tiepida, da controllare prima di immergere il gatto: la temperatura, infatti, non deve essere troppo alta. L’ideale, comunque, sarebbe abituare il gatto fin da piccolo ad essere lavato: un gatto adulto che non ha mai fatto il bagno, infatti, difficilmente apprezzerà!

Spazzolare il pelo del gatto

Prima di procedere con il bagno, inizia a spazzolare con cura il pelo del gatto. Questa operazione serve, innanzitutto, per rimuovere peli in eccesso e grovigli, ma non solo. Spazzolare il pelo del tuo micio, infatti, ti aiuterà a tranquillizzarlo, a creare la giusta atmosfera calma e rilassata per fare il bagno.

Attenzione a scegliere la giusta spazzola, in base alla lunghezza del manto, alla razza e ad eventuali nodi che possono formarsi. I gatti a pelo lungo, ad esempio, sono più soggetti a questa problematica. In questo caso, usando la spazzola sbagliata, il gatto potrebbe farsi male, spaventarsi e scappare via.

In commercio esistono varie tipologie di spazzole, che rimuovono i peli, lo sporco ed eventuali nodi, prevenendo parassiti e malattie della pelle. Ricorda di non spazzolare mai contropelo, per evitare una bella sfuriata del tuo amico!

Offerta
Baytion Spazzola per Gatto e Cani Autopulente, Toelettatura...
  • 😻 【Spazzola da massaggio per toelettatura animali】 Questa spazzola per cani gatti non solo può rimuovere delicatamente i peli sciolti, lo sporco e i grovigli dell'animale domestico, ma...
  • 🐾 【Setole massaggianti sicure e comode】 Questa spazzola per cani e gatti è leggermente piegata ad angolo di 60 ° con particelle di massaggio progettate per andare in profondità sotto il pelo...
  • 🐶 【Design One-Touch, risparmio di tempo e fatica】 Dopo aver spazzolato via i capelli con questa spazzola autopulente per cani gatti, è sufficiente premere il pulsante di pulizia per rimuovere...

Altri consigli utili

Dopo aver preparato una bacinella con dell’acqua tiepida e aver spazzolato il manto, procedi a bagnare leggermente il pelo. Dopodiché, procedi ad insaponare con un po’ di shampoo per gatti. Il consiglio è di leggere attentamente le istruzioni riportate sull’etichetta, per regolarti con la giusta quantità e capire se lo shampoo va diluito o meno.

Insapona, quindi, tutto il manto, compresa la coda, evitando le zone più sensibili, soprattutto gli occhi. Lava bene anche la zona tra i polpastrelli, dove potrebbe accumularsi più sporco. Procedi, poi, con il risciacquo, usando una caraffa o una doccetta alla minima potenza. Durante questo passaggio, fai attenzione che l’acqua non sia troppo calda o troppo fredda ed elimina ogni traccia di shampoo.

Infine, avvolgi il gatto in un telo, per assorbire l’acqua in eccesso e asciuga il pelo con un asciugacapelli.

Trixie Microfibra Asciugamano per Cane e Gatto, 50 × 60 cm
  • Un assorbimento dell'umidità ideale
  • Realizzato in microfibra
  • Adatto a tutti i tipi di pelliccia e si asciuga super rapidamente dopo il lavaggio

Come asciugare il pelo dopo il bagno

Dopo aver lavato il pelo del gatto, è necessario riscaldarlo e asciugarlo bene. Un gatto bagnato, infatti, perde parte del suo calore corporeo e potrebbe raffreddarsi. È importante, quindi, sapere cosa fare dopo aver risciacquato bene il pelo del gatto ed aver eliminato tutto lo shampoo utilizzato. Innanzitutto, come abbiamo già detto, strofinalo con un asciugamano pulito e asciutto.

Avvolgi tutto il suo corpo nel telo e accarezzalo strofinando leggermente, per evitare che lo sfregamento possa infastidirlo. Usa, poi, un asciugacapelli sulla temperatura più bassa. Questa operazione potrebbe richiedere molto tempo, ma è necessario mantenere una temperatura bassa per evitare ustioni. Il gatto potrebbe gradire la sensazione di aria tiepida del phon, ma potrebbe anche scappare: segui sempre il suo volere e non forzarlo.

Fare il bagno al gatto: false credenze

Uno dei luoghi comuni più diffusi è che il gatto non ami l’acqua. Come abbiamo già detto, questo è in parte vero, ma non è sempre così. Molti gatti, infatti, hanno un ottimo rapporto con l’acqua, tanto da cercare rubinetti aperti per giocare e provare piacere ad immergersi in bacinelle piene. Generalizzare, quindi, è sbagliato, anche perché molti gatti scoprono gradualmente il piacere dell’acqua e non sapranno più fare a meno di fare il bagno!

Fare il bagno al gatto fa male?

Chiariamo che fare il bagno al gatto non fa male. Chiaramente, bisogna fare attenzione a molte cose, innanzitutto assecondare la sua volontà. Se il gatto si agita troppo, si spaventa, con chiari segnali di fastidio e sofferenza, allora è meglio evitare. Se, invece, il gatto si mostra tranquillo, rilassato e, addirittura, ha piacere ad immergersi in acqua, allora sicuramente sarà una pratica piacevole per lui.

La cosa importante è avere cura di asciugare bene il pelo dopo averlo lavato. Se, infatti, il gatto esce in giardino o sul balcone con il pelo bagnato o umido, potrebbe raffreddarsi e andare incontro a problemi respiratori.

Fare il bagno ad un gatto disabile

In alcuni casi, fare il bagno al gatto può essere indispensabile. Ad esempio, quando il micio è disabile, perché magari ha le zampe posteriori paralizzate, potrebbe sporcarsi quando va nella lettiera oppure non riuscire proprio a raggiungerla. In questi casi, il consiglio è di usare dei pannolini, per evitare che il gatto faccia i suoi bisogni sul pavimento.

Anche mettendo i pannolini, però, il micio avrà bisogno di essere lavato spesso, perché non riesce a farlo da solo. Per lavarlo, usa gli accorgimenti di cui abbiamo parlato, facendo attenzione a sorreggerlo quando lo poggi nella bacinella con l’acqua. Strofina delicatamente la parte posteriore del corpo e pulisci bene il pelo dai residui di sporco che non riesce a togliere da solo.

PET MAGASIN Pannolini Cane Lavabili [3 Pezzi, S] Mutande...
  • 【TAGLIA REGOLABILE】Taglia S: ideale per cuccioli e cani di piccole dimensioni, misura da 35,6 cm a 50,8 cm. *Ti consigliamo di fare riferimento alla nostra guida alle taglie e misurare il tuo...
  • 【3 PANNOLINI in 3 COLORI】Per pacco; uno ciascuno: verde, viola e blu. I nuovi pannolini Pet Magasin sono adatti a una gamma più ampia di taglie
  • 【LAVABILI ED ECOLOGICI】😊 Facili da lavare senza trattamenti speciali. Lavabili a mano / in lavatrice e asciugabili all'area aperta o in asciugatrice a bassa temperatura. Queste mutandine...

E se al gatto non piace l’acqua?

Se il tuo gatto non vuole assolutamente avere a che fare con l’acqua, non forzarlo. Come abbiamo detto in precedenza, ci sono gatti che non riescono ad abituarsi al bagno, soprattutto se sono adulti. Il gatto è un animale che sa come pulirsi e dedica quotidianamente molto tempo alla toelettatura.

Se il tuo micio esce in giardino, potresti avere la necessità di pulirgli le zampe oppure di spazzolare il pelo qualche volta in più. In commercio, poi, esistono delle soluzioni per lavare il gatto senza utilizzare l’acqua, pensate appositamente per i mici che non gradiscono fare il bagno. Vediamo insieme quali sono i suggerimenti.

Salviette umidificate

La prima soluzione che ti propongo è quella di usare delle salviette umidificate per pulire muso, zampe e pelo del gatto. Sono delle salviettine che detergono a fondo il pelo degli animali e che puoi usare ogni volta che ne avrai necessità. Sono realizzate in tessuto ipoallergenico e rispettano il ph naturale del gatto. La confezione salva freschezza, infine, permette di mantenere la giusta umidità per detergere in maniera ottimale il pelo del tuo amico a quattro zampe.

Italian Pet - Salviette Biodegradabili Aloe Vera e Lavanda -...
  • DETERGENTI e RINFRESCANTI - RISTRUTTURANO il MANTO - le nostre salviettine per animali domestici al Profumo di Aloe Vera e Lavanda detergono a fondo il pelo dei nostri amici a quattro zampe ogni volta...
  • COMODE da PORTARE - Porta in borsa queste salviette monouso; potrai uscire serenamente a fare la passeggiata ovunque tu voglia avendo la certezza di poter igienizzare le zampe del tuo cane prima di...
  • TESSUTO IPOALLERGENICO da 15 x 19 cm - le nostre Salviette igienizzanti sono realizzate con ingredienti accuratamente selezionati, che rispettano il pH naturale dei nostri cani, gatti, conigli e...

Shampoo a secco per gatti

Lo shampoo a secco per i gatti è l’ideale per detergere il manto del tuo amico a quattro zampe. Facendo attenzione a scegliere un prodotto di buona qualità, senza sostanze nocive, può essere usato anche quotidianamente. Ha, inoltre, una funzione dermoprotettiva ed è utile per la rimozione di peli in eccesso ed eventuale accumulo di sporco.

La modalità di utilizzo è molto semplice: basta applicare una piccola quantità di prodotto sul pelo del gatto, strofinare in modo uniforme e poi tamponare con un telo asciutto, per togliere eventuale umidità.

Virosac PetProMed - Shampoo Mousse - Ideale per il manto di cani...
  • Ideale per detergere il manto di cani e gatti, in particolare per i cuccioli;
  • Può essere utilizzato quotidianamente, anche fuori casa o in viaggio, vista la praticità del flacone e del prodotto schiuma;
  • Ha una funzione dermoprotettiva ed è utile nella rimozione della forfora presente nel pelo di cani e gatti;
Valutazione: 5.0/5. Da 2 voti.
Please wait...
723 Visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *