Alimenti tossici e pericolosi per il cane: ecco quali evitare

Alimenti tossici e pericolosi per il cane

Vuoi scoprire quali sono gli alimenti tossici e pericolosi per il cane? In questo articolo potrai scoprire la lista dei cibi da evitare nella dieta del cane.

Gli alimenti tossici e pericolosi per il cane sono diversi. È bene che il proprietario ne conosca quanti più possibile, per evitare di arrecare danno al proprio amico a quattro zampe.

Possiamo suddividere questi alimenti in due macro-categorie. Gli alimenti tossici, ovvero specifici cibi che, a causa della loro composizione chimica, intossicano l’organismo canino e alimenti pericolosi.

Quest’ultimi non tossici ma potenzialmente nocivi a livello “meccanico”, cioè che possono danneggiare l’apparato digerente del cane, come ad esempio le ossa di pollo oppure le lische di pesce.

Alcuni cibi molto dannosi per i cani sono anche molto comuni. Di seguito verranno indicati non solo alimenti molto conosciuti, ma anche quelli che non avresti mai giudicato come “pericolosi” per il tuo cane.

Alimenti tossici per il cane: quelli che lo avvelenano

Tra gli alimenti tossici e pericolosi per il cane, ce ne sono alcuni che sono in grado addirittura di avvelenarlo. Tutti coloro che possiedono un amico a quattro zampe devono conoscerli, per non rischiare mai che questi cibi vengano introdotti nell’alimentazione, anche involontariamente o accidentalmente.

Si parla in particolare di:

  • cioccolato
  • zucchero
  • uva
  • uvetta
  • cipolla e aglio
  • insaccati di ogni tipo
  • patate
  • pomodori
  • melanzane
  • fave
  • latte
  • avocado

Il cioccolato

Tra gli alimenti tossici e pericolosi per il cane, vi è senza dubbio il cioccolato. Questo non significa che l’amico a quattro zampe debba essere portato al pronto soccorso per animali, se ingoia per sbaglio un cioccolatino.

Il problema compare nel momento in cui il cane manda giù un quantitativo più elevato. Si deve ricordare però che bastano 25 grammi di cioccolato per avvelenare un cane di 20 kg. Attenzione quindi a lasciare cioccolatini “a portata di zampa”, in quanto basta davvero poco per far stare male l’animale.

Certamente, si può distinguere tra cani di piccola taglia e di taglia maggiore: i primi tendono ad avere sintomi più pesanti, mentre i secondi resistono meglio all’avvelenamento. Questo ovviamente non significa che i cani più grandi siano immuni, anzi. La tossicità del cioccolato è dovuta alla presenza della teobromina, una sostanza che viene metabolizzata senza problemi dall’uomo, ma non è lo stesso discorso per i cani.

Il cioccolato a latte contiene meno teobromina rispetto al cioccolato fondente, tuttavia è sempre meglio evitare entrambe le tipologie.

Lo zucchero

No assolutamente anche a tutti i dolci zuccherati, ed a qualsiasi altro alimento contenga zucchero. Quest’ultimo, come il sale, è estremamente dannoso per i cani e implica la possibilità di avvelenare il cane. Il problema maggiore consiste nello xilitolo, una sostanza dolce contenuta in certi tipi di zucchero. In generale, è sempre meglio evitare qualsiasi merendina, biscotto, ricetta e piatto che contenga zucchero.

Uva e uvetta 

Anche uva e uvetta sono tra gli alimenti da evitare in maniera assoluta quando si parla di alimentazione per i cani. Si tratta infatti, seppur di due cibi diversi, sempre di cause di avvelenamento di questi amici a quattro zampe. L’uva ad esempio è altamente tossica per Fido, il problema consiste soprattutto nei suoi semi, sempre altamente velenosi per i cani.

Stesso discorso per l’uvetta, anche se gli studi riguardanti questo alimento (uva compresa), non hanno ancora portato a scoprire quale sia la molecola tanto dannosa per i cani. Rimane il fatto che se questi cibi vengono consumati dal nostro amico a quattro zampe, quest’ultimo soffrirà di gravi sintomi.

Cipolla e aglio

Sono considerati molto pericolosi perché i cani non hanno la possibilità di digerirli. Già per l’uomo a volte questi alimenti sono di difficile digestione, ma gli amici a quattro zampe non possiedono proprio gli enzimi per distruggerne le molecole e poi assimilarli.

Si tratta di due cibi letali per il cane, in modo particolare la cipolla. Molti padroni fanno l’errore di spezzettarla e di inserirla nei pasti del cane, ogni giorno. Non c’è errore più grande che darla al cane, addirittura quotidianamente.

Nel caso dell’aglio invece, anche se meno pericoloso della cipolla, ne bastano due sole teste per diventare una soluzione letale.

Insaccati

Qualsiasi insaccato andrebbe evitato, non solo perché eccessivamente salato, ma anche perché contiene una grande quantità di grasso. È sbagliato far mangiare avanzi contenenti salumi al cane, in quanto non solo possono farlo sentire male, ma possono addirittura essere letali.

Mai credere alla diceria riguardante il fatto che si possa dare la pelle del salame al cane. Mai e poi mai. Nessun tipo di pelle di insaccato può essere data in pasto al cane.

Patate, pomodori e melanzane

Le patate, i pomodori e le melanzane possono essere inserite in un unico gruppo perché tutte e tre contengono “solanina”. Per questo motivo, sono chiamate anche “solenacee” e proprio a causa della solanina, sono impossibili da digerire per un cane. Quest’ultimo infatti può subire l’insorgere di sintomi molto gravi, ma dipende.

Il problema maggiore si verifica quando questi tre ortaggi sono crudi, ma non se vengono cotti. Una volta cotti infatti, la solanina si riduce, o addirittura sembrerebbe scomparire. L’ideale però sarebbe non rischiare ed evitare che il cane mangi questi alimenti.

Fave

Le fave sono letali per il cane e il problema si presenta anche se questi animali ne ingoiano solo una. Certamente, i sintomi non saranno immediatamente gravissimi, se il cane ingurgita solo una o due fave. Però più ne mangia e più il rischio che diventino un alimento letale per lui, s’innalza.

È molto importante non lasciarsi ingannare dal fatto che siano legumi. Questi ultimi infatti, solitamente possono essere dati in pasto al cane. Le fave però sono una delle eccezioni in grado di avvelenare Fido, per questo rientrano nella lista degli alimenti tossici e pericolosi per il cane.

Latte e derivati

Anche il latte, insieme a yogurt e formaggio, deve essere possibilmente eliminati dall’alimentazione del cane. In questo caso però non si tratta di alimenti altamente tossici, bensì solo di cibi che possono rendere il cane intollerante.

Non si deve dimenticare infatti che il cane è un mammifero e beve il latte dalla mamma, quando è cucciolo. Tuttavia il latte bovino può essere poco tollerato dal suo intestino, e così come anche tutti i suoi derivati. Per questo motivo, l’ideale sarebbe evitarlo.

Avocado

Un avocado può uccidere un cane. Sebbene si tratti di un frutto esotico e non è tra la frutta che si consuma così comunemente, tuttavia spesso viene inserito in diverse ricette. Se viene dato al cane, c’è un altissimo rischio che l’animale venga avvelenato.

Tra i sintomi più gravi che il cane può riscontrare quando ingoia un pezzo di avocado: mal di pancia, problemi renali e addirittura danneggiamento dell’apparato scheletrico. Per questo l’avocado si annovera tra gli alimenti tossici e pericolosi per il cane.

I sintomi causati dagli alimenti tossici

I sintomi causati dall’ingestione di alimenti tossici per il cane compaiono dopo circa una mezz’ora, ma possono anche apparire nell’arco di 2 ore di tempo. Ovviamente gran parte dei sintomi variano non solo in base al tipo di alimento ingoiato dal cane, ma anche per altri fattori.

Prima di tutto, è bene considerare anche la stazza del cane, dato che cani di piccola taglia possono accusare molto più in fretta i sintomi, rispetto a cani più grandi.

I sintomi meno forti riguardano nausea, tremori, una maggiore salivazione, ma anche affaticamento. Questo può portare il cane ad essere più distratto, più lento nei movimenti, ma anche a dormire più a lungo. Può anche portare l’animale ad essere più debole e soprattutto ad accusare forti mal di testa o problemi alla vista.

Frequente anche la diarrea, uno dei sintomi più comuni, tra tutti quelli che si verificano quando un cane manda giù qualcosa di tossico.

Tra i sintomi più gravi vi sono svenimento, gravi problemi renali, forti crampi addominali o, nel peggiore dei casi emorragie interne. Ci sono addirittura casi in cui il cane può riscontrare problemi neurologici, come se venisse confuso da alcune sostanze contenute negli alimenti.

Purtroppo può anche capitare che abbia crisi epilettiche o convulsioni. Prima che questo accada, è bene avvisare il veterinario all’insorgere del primo sintomo avverso, ma soprattutto è bene fare attenzione a ciò che gli viene dato in pasto.

Se poi Fido dovesse avvertire sintomi molto gravi, allora è il caso di portarlo immediatamente nel pronto soccorso canino più vicino.

Alimenti pericolosi per il cane 

Tra gli alimenti pericolosi per il cane vi sono anche quelli di difficile masticazione o quelli che sono in grado, con piccole parti, di andare a ferire l’intestino del cane. In questo caso non si parla quindi di alimenti tossici, in grado di avvelenarlo, ma di cibi impossibili da assimilare, a causa delle parti che li compongono.

Tra questi tipi di alimenti vi sono:

  • lisca di pesce
  • ossa cotte
  • Noci
  • semi

Lisca di pesce

La lisca di pesce è molto pericolosa non tanto perché rientra nei cibi tossici, ma perché potrebbe incastrarsi nella gola del cane. Oltre a causare soffocamento, potrebbe comportare anche una serie di problemi diversi. Prima di tutto, potrebbe ferire le gengive del cane durante la masticazione. Questo, oltre che causare ferite, potrebbe poi portare alla formazione di fastidiosi ascessi.

Oltre a questi, il problema si presenta nel momento in cui una parte della lisca di pesce va a finire nell’intestino. Quest’ultimo potrebbe essere perforato dalle parti appuntite, causando ulteriori problemi.

Ossa cotte

Si specifica che le ossa cotte sono pericolose, in quanto quelle crude lo sono meno. Le prime infatti possono persino perforare l’intestino del cane, mentre le seconde sono più elastiche. Occorre sottolineare che sia le ossa cotte, sia crude, rientrano negli alimenti da evitare assolutamente, nella dieta del cane. Tuttavia, le prime sono le più pericolose perché una volta cotte diventano fragili.

Noci

Le noci, come la frutta in guscio in generale, rientra negli alimenti tossici e pericolosi per il cane e può essere causa di problemi al suo intestino. Questi sopraggiungono perché un cane non possiede gli enzimi necessari per assimilare le noci. Di conseguenza, rimanendo nell’intestino, possono generare crampi, dolori e anche problemi renali.

Semi

I semi possono essere semi di anguria o semi contenuti in qualsiasi altro tipo di frutta. Se questi vengono ingoiati dal cane, possono causare delle ostruzioni intestinali che l’animale poi gestirebbe con molta difficoltà.

Anche in questo caso potrebbero comparire crampi e dolori, oppure anche problemi renali. Attenzione anche al tipo di semi che viene ingoiato dal cane. Per fare un esempio, i semi d’uva possono essere addirittura letali per il cane, a causa della loro tossicità, ma anche per la difficoltà di digestione.

Valutazione: 5.0/5. Da 2 voti.
Please wait...
50 Visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *