Cane che scappa continuamente: ecco cosa fare

Cane che scappa continuamente

Cosa fare se il cane scappa continuamente di casa, dal cortile o dal guinzaglio? In questo articolo troverai alcuni consigli per affrontare questo serio problema.

Se sei “atterrato” su questa pagina è perché, probabilmente, anche tu hai il problema del cane che scappa continuamente. Non riesci proprio a spiegarti il perché. Non puoi sganciarlo dal guinzaglio un secondo o lasciare una porta appena aperta che non perde occasione di fuggire.

Seppur questo atteggiamento sembrerebbe andare in contrasto con la naturale indole del cane, che dovrebbe essere quella di un animale fedele all’uomo e che soprattutto sta in branco (in questo caso il branco è la famiglia), questo problema è più diffuso di quel che si immagina.

Ma dove sbagli allora? Quasi sicuramente sei tu che fai qualche errore con il tuo amico a quattro zampe.

I casi solitamente sono due: il primo è quello del cane disobbediente, che si allontana un po’ ma torna o comunque resta nei paraggi. Il secondo invece, più complesso, è quello del cane che scappa proprio di casa percorrendo lunghe distanze.

Ovviamente ogni razza, proprio come le persone, ha il suo carattere e i suoi problemi, ma tendenzialmente gli errori maggiormente diffusi alla base di questo comportamento sono sempre gli stessi. Analizziamo i più diffusi.

Cane che scappa continuamente di casa

Spesso i padroni pensano che il cane tende a scappare di casa perché in calore. La frase che sentiamo più spesso pronunciare è: “Magari ha sentito l’odore di qualche cagnetta/o”. Non sempre questo è vero.



Capita, sì, soprattutto nei cani di sesso maschile, ma molto frequentemente non è un discorso di istinti sessuali dell’animale ma di desideri esplorativi. Il primo passo da compiere è capire questo. Chiediti perché il tuo cane scappa di casa e, alla prima occasione in cui lo fa, seguilo osservando cosa fa e dove si dirige.

E’ importante anche capire quali modalità utilizza per scappare ed in quali situazioni. Se cerca di liberarsi dal guinzaglio ogni volta che può molto probabilmente si sente prigioniero, è un cane con poca libertà e questo gli crea sofferenza.

Alcune razze hanno più bisogno di altre di essere portate a passeggio, di sfogare la loro energia, correre e giocare. La soluzione in questo caso sarebbe semplicemente quella di portare il tuo amico più spesso in giro, magari in aree attrezzate dove può socializzare con i suoi simili.

Se invece scappa da un cortile o da un giardino i motivi potrebbero essere più complessi, come il non sentirsi abbastanza parte della famiglia. Ma cerchiamo di analizzare, caso per caso, queste diverse tipologie di fuga e vediamo quali sono le possibili soluzioni.

Cane che scappa continuamente dal guinzaglio ignorando i comandi

I cani che non rispondono ai richiami dei padroni sono tantissimi ed è doveroso fare una distinzione tra: cani che vengono presi da cuccioli e quindi abituati fin da piccoli a stare in una determinata famiglia e cani che vengono adottati o presi in canile in età più adulta.

Con questi ultimi la situazione è più complessa, bisogna analizzare il passato del cane, le esperienze vissute e potrebbe rivelarsi necessario rivolgersi ad un professionista per un percorso di addestramento e rieducazione.

Complessivamente però, le scene a cui si assiste sono a dir poco comiche. Padroni che devono inventarsi di tutto per acchiappare il cane che non vuole farsi mettere il guinzaglio, rincorrendolo sperando di “placcarlo” o tentando di ingannarlo con del cibo.

Ecco, tutto questo non dovrebbe accadere, il cane dovrebbe rispondere positivamente al proprio padrone. Anzi, questo è uno dei momenti più importanti del rapporto uomo-animale, è qui che si capisce quanto è solida la relazione tra i due. Molte volte il problema sta alla base, non c’è stato un valido insegnamento quando il cucciolo è arrivato in famiglia o non si è riusciti a trasmettere ciò che si sperava.

Insegnare al proprio amico a 4 zampe che al “vieni” deve tornare da noi richiede impegno, costanza e pazienza. Non è una cosa immediata, il cane deve imparare ad associare un determinato suono al comando.

Cane che scappa

Il “vieni” inoltre, deve essere pronunciato con tono fermo e deciso, non devi sembrare incerto. Anche il linguaggio del corpo deve comunicare la stessa cosa, se la tua voce dice una cosa e il tuo corpo un’altra il cane rimane confuso e il risultato è che non ti ascolterà mai. Se poi quando il tuo amico peloso ti sta raggiungendo mostri felicità tutto diventa più semplice.

Come risolvere il problema del cane che scappa continuamente dal guinzaglio?

Per prima cosa, evita di associare il richiamo alla messa del guinzaglio. Al cane verrà quasi trasmessa la sensazione di volerlo intrappolare e questo lo porta ovviamente, a scappare da te. Un errore comune è quello di inseguire un cane che non ascolta, sbagliatissimo!

Questo lo confonde ancora di più, spingendolo nella direzione in cui stiamo correndo. Inoltre, questa mossa potrebbe anche essere interpretata come un gioco. Altrettanto sbagliato picchiare e sgridare il cane, rischi solo di ottenere l’effetto opposto, perché tenderà ad associare il ritorno da te ad una strigliata. Risultato: cane terrorizzato o totalmente ingestibile.

Oltre ad una buona educazione di base e tanta pazienza puoi ricorrere ad un localizzatore GPS per cani, da applicare al collare. Il Tractive è impermeabile e leggero, ha una scheda SIM integrata che permette, in qualsiasi momento, di localizzare il tuo cane nel caso scappasse.

Utilissimo in caso di animali particolarmente indisciplinati che proprio non ne vogliono sapere di ascoltare i richiami del padrone. Lo puoi acquistare in offerta su Amazon:

Tractive Localizzatore GPS per cani. Il dispositivo leggero e...
616 Recensioni
Tractive Localizzatore GPS per cani. Il dispositivo leggero e...
  • ABBONAMENTO richiesto: a partire da € 3.75/mese. Una volta ricevuto il tuo GPS Tractive, puoi scegliere tra le differenti opzioni. Il GPS Tractive ha una scheda SIM integrata, come uno smartphone, e...
  • GPS Tractive: leggero & impermeabile. Il localizzatore è robusto e si aggancia facilmente ad ogni collare. Il piccolo localizzatore di Tractive non ha limiti di distanza, come i dispositivi bluetooth
  • TRACCIAMENTO IN TEMPO REALE: crea un recinto virtuale con allarmi via smartphone, attiva il LIVE Tracking e visualizza la cronologia delle posizioni del tuo animale domestico. Visualizza l'esatta...

Cane che scappa continuamente dal giardino o dal cortile di casa

Un altro serio problema è dato dal cane che scappa continuamente dal giardino o cortile di casa. Ha ormai imparato a scavalcare, saltare o arrampicarsi e in un attimo lo vedi correre per strada, con tutti i pericoli che ne conseguono.

La maggior parte dei cani in realtà non scappa, si allontana ad esplorare per poi tornare in totale autonomia. In alcuni casi però può succedere che l’animale domestico, soprattutto se abituato a vivere in giardino, non si senta parte della famiglia, non la veda come un branco e di conseguenza si comporta come se fosse solo.

Il cane, per quanto animale domestico, discende comunque da una specie selvaggia e come tale ha bisogno di sfogare la sua energia. Quando questo non avviene cerca di risolvere a suo modo il problema, scappando e andando in esplorazione perché si annoia.

Fallo sentire parte della tua famiglia, responsabilizzalo in caso di bambini piccoli e portalo spesso al parco in modo che si sfoghi e scarichi la propria vitalità.

Soluzioni al cane che scappa continuamente dal cortile

La prima soluzione, più che un’educazione, è quella di dare un ruolo al cane. Fagli capire che lui ha un compito ben preciso all’interno della famiglia: che sia fare la guardia ai bimbi, catturare le lucertole in giardino o portarti le ciabatte la sera quando torni dal lavoro. In questo modo capirà il suo ruolo nel branco e si sentirà appagato.

Ci sono poi delle soluzioni materiali che puoi implementare nell’area esterna della tua abitazione, per evitare fughe improvvise. Ottimo è il sistema antifuga con filo per cani ostinati, in cui un collare dà dei segnali al cane ogni qualvolta quest’ultimo si avvicini al filo che recinta il giardino.

I segnali possono essere acustici, con vibrazione oppure può rilasciare piccole scosse elettriche. L’intensità dei segnali è regolabile ed è utilizzabile esclusivamente in esterno ma è molto efficace per contenere il problema del cane che scappa continuamente.

Offerta
PetSafe PRF-3004XW-20 Sistema Antifuga con Filo per Cani Ostinati...
1 Recensioni
PetSafe PRF-3004XW-20 Sistema Antifuga con Filo per Cani Ostinati...
  • Esclusivamente per uso all'esterno
  • per cani da 3,6 kg in su
  • Adatto a colli di 15-71 cm

In alternativa puoi orientarti sul collare antifugha della Keepet, che in modo assolutamente naturale blocca la fuga dell’animale. Grazie alla sua speciale forma, quando il cane prova a inserire la testa nelle sbarre del recinto (o del cancello) per scappare viene bloccato, in questo modo impara in fretta che deve rimanere dentro il perimetro della casa.

L’ultima soluzione consigliata si può utilizzare all’interno delle mura domestiche, sia davanti alla porta d’ingresso per evitare la fuga, sia come blocco prima di una scala o per evitare l’accesso o la fuga in determinate zone della casa.

Si tratta del cancelletto di Bettacare, regolabile ed estendibile, perfetto per qualsiasi angolo dell’abitazione. Disponibile in diverse dimensioni a seconda delle misure del cane.

Bettacare cancelletto per Animali con gattaiola Efficace barriera...
2 Recensioni
Bettacare cancelletto per Animali con gattaiola Efficace barriera...
  • Extra alto cancello per rendere un efficace barriera per animali domestici
  • Include l' aggiunta di una gattaiola nella porta del cancello per dare la massima flessibilità per grandi e piccoli animali domestici.
  • Sistema di bloccaggio patented-double/pinch-free cerniera

Quando il cane scappa potresti ricevere una multa

Ultimamente si sta sempre più sentendo parlare di una multa in caso di fuga del cane. Come funziona questa nuova legge e cosa prevede? Cerchiamo di fare chiarezza.

Permettere ad un cane di scappare, oggi, è considerato dalla legge un illecito amministrativo, punibile con una sanzione che va dai 25 ai 258 euro, la cosiddetta “Multa se il cane scappa”. In realtà questa multa non è sempre applicabile ma dipende dalla stazza e dall’aggressività dell’animale.

Ad esempio, non sono sottoposti a multa i proprietari dei gatti, poiché questi ultimi non sono considerati animali pericolosi. Mentre lo sono ritenuti i Doberman, il Pastore Tedesco ed in linea di massima tutti i cani che potrebbero presentare un potenziale pericolo per l’uomo.

Alla multa si aggiunge anche il pagamento dei danni causati accidentalmente dal cane in fuga, come ad esempio un incidente stradale o la caduta di terzi. La multa scatta nel momento in cui si reputa, il cane fuggito, una minaccia per la collettività.

Per questo è necessario accertarsi che anche i recinti entro cui è tenuto l’animale siano a norma di legge. Il padrone è responsabile qualunque sia la causa che abbia scatenato la fuga.

A chi viene fatta la multa se il cane scappa?

La multa viene fatta, non solo al padrone, ma a chiunque abbia una relazione di custodia con il cane. Se nel momento di fuga, il tuo animale domestico era affidato ad un’amica o ad un dog-sitter, la multa ricadrà su questi.

Non è necessaria la proprietà in senso civilistico del cane. Ovviamente il proprietario diventa responsabile nel momento in cui ne dà la custodia a persone non in grado di gestirlo adeguatamente.

Inoltre, se il cane scappa finendo all’interno di una proprietà privata, per il codice civile il padrone ha il dovere di inseguirlo. In questo caso infatti non si incomberà nella violazione dell’altrui proprietà e il vicino di casa è tenuto a restituire il cane oltre che a lasciarti passare.

E tu? Sei riuscito a risolvere questo problema con il tuo cane? Raccontaci la tua esperienza utilizzando il campo commenti qui sotto.

Valutazione: 5.0/5. Da 13 voti.
Please wait...
400 Visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *