Gatto British Shorthair: razza, carattere, allevamenti, prezzi

Gatto British Shorthair razza carattere allevamenti prezzi

Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre, 2021

Conosci il gatto razza British Shorthair? Qui trovi tutte le notizie e le informazioni sulla razza, carattere, allevamenti e prezzi di cui hai bisogno sul gatto amico dei bambini.

Il gatto British Shorthair è adatto alle persone che intendono sceglierlo per la vita in famiglia. Questa tipologia di gatto, infatti, è molto tranquillo e ama la vita in casa. Tra le sue attività preferite c’è quella di farsi coccolare da adulti e bambini!

Perché scegliere di acquistare un gatto presso un allevamento? Quando si decide di accogliere un gatto in casa, magari si cercano determinate caratteristiche. Questo perché è importante che il gatto si integri al resto della famiglia senza problemi, soprattutto se ci sono bambini. Se hai deciso di adottare un cucciolo di questa razza, quindi, leggi l’articolo e scopri tutte le informazioni utili.

Le origini del gatto British Shorthair

Questo gatto è il discendente dei cuccioli portati in Gran Bretagna dai Romani. Successivamente, questi gatti furono incrociati con quelli selvatici nativi. Il British Shorthair visse allo stato selvatico fino al XIX secolo. Nella seconda metà dell’Ottocento, poi, si decise di selezionare la razza. La prima esposizione felina del gatto British Shorthair si tenne al Crystal Palace, nel 1871. Per molto tempo, questi gatti furono confusi e incrociati con gatti certosini francesi, con cui hanno somiglianze nell’aspetto.

Dopo la prima esposizione felina, questa razza raggiunse il successo anche grazie alla pubblicazione di un libro. Quest’ultimo è stato scritto da Harrison Weir e si intitola “Our cats and all about them”. In passato, ci sono stati incroci anche con gatti persiani, che oggi non sono più ammessi. Lo Standard di razza, infatti, si è stabilizzato. Con il tempo, i programmi di allevamento si sono intensificati, facendo crescere la popolarità della razza.

L’aspetto del gatto British Shorthair

Il gatto British Shorthair si riconosce innanzitutto dalla forma della testa. Essa, infatti, è ampia e tondeggiante. In genere, questa razza di gatti ha il naso piuttosto corto e il fisico massiccio. Il collo si presenta forte e ampio, il torace è sviluppato. Le zampe si presentano corte rispetto al corpo, robuste e con piedi rotondi.

Gatto British Shorthair

Anche gli occhi si presentano grandi e rotondi. Il pelo è folto e può essere di molti colori. Il più apprezzato è il blue, ma esistono anche i colori tortie, spotted, tabby e silver tabby. Le orecchie sono piccole e leggermente arrotondate alle estremità. Infine, ha una coda relativamente corta e fine. La taglia può variare da media a grande. I maschi possono arrivare a pesare anche 8 kg. La femmina, di solito, è più piccola del maschio e raggiunge i 4-5 kg.

Il carattere e il temperamento

Questa razza di gatto è, in genere, tranquilla e disciplinata. È, infatti, un gatto piuttosto silenzioso, che condivide un’interazione moderata e limitata nel tempo. Si adatta bene alla vita casalinga, ma è adatto anche a stare all’aperto. Quindi, puoi scegliere di adottarlo sia se hai a disposizione uno spazio all’esterno sia se la tua casa si trova in un condominio. È, in genere, un gatto indipendente, che ama essere libero. Il suo carattere è gentile e riservato.

Occorre sempre educarlo bene, per fargli capire cosa può e non può fare. Questo gatto miagola poco ma, quando lo fa, vuole attenzione. In quel momento, infatti, fa decisamente capire cosa vuole. Ha una grande intelligenza, che spesso stupisce chi vive con lui. È, inoltre, molto curioso e un gran giocherellone. Dopo la maturità sessuale, tende a diventare più calmo, ma comunque molto interattivo.

Il suo rapporto con la famiglia

Il gatto di questa razza ama passare le sue giornate in casa, tra coccole e giochi. È, in genere, un animale casalingo, che adora passare il tempo ad oziare. Lo stimolo principale del gatto British Shorthair è l’interazione. È importante, dunque, passare del tempo con lui, facendo giochi e coinvolgendolo nelle attività familiari. I cuccioli di questa razza ti seguiranno ovunque, con lo scopo di condividere con te ogni attività e spazio.

In genere, non è molto dinamico nei giochi. Questa caratteristica, però, è positiva nel caso in cui in famiglia ci siano dei bambini molto piccoli. Il British Shorthair, infatti, ha un piacevole senso di responsabilità. Questo è importante in quanto limita problemi e disagi durante l’interazione con le persone.

Il suo comportamento con gli sconosciuti

Il gatto British Shorthair ha un carattere tranquillo. Con gli sconosciuti, di solito, limita la propria interazione. Questo è un bene nel caso in cui il gatto si trovi da solo all’aria aperta, così da evitare problemi con persone che hanno cattive intenzioni.

In generale, se persone sconosciute entrano nei suoi spazi, riesce a mantenere un rapporto di cordialità. Anche con gli altri animali si presenta socievole. Riesce, infatti, a socializzare velocemente con altri animali presenti in casa. È utile, tuttavia, fare attenzione ai primi momenti di socializzazione. Sono, infatti, attimi particolari e l’introduzione di un altro animale deve essere sempre graduale e controllata.

Le caratteristiche del gatto British Shorthair

 

Caratteristiche della razza
Origine: Gran Bretagna
Classificazione ANFI: corpo massiccio, grande e robusto con pelo folto; occhi grandi e rotondi; testa rotonda e piena, guance paffute
Aspetto generale: fisico massiccio e tondeggiante
Testa: tonda, massiccia e ampia
Occhi: grandi e rotondi
Corpo: robusto e massiccio
Orecchie: piccole e arrotondate alle estremità
Coda: corta e fine
Arti: corte, robuste e con piedi rotondi
Mantello: corto, denso, dritto
Colore: blue, tortie, spotted, tabby, silver tabby

 

Standard maschile
Standard femminile
Altezza: 30-35 cm Altezza: 30-35 cm
Peso: circa 5-8 kg Peso: circa 4-5 kg

 

Prendersi cura di un gatto British Shorthair

Prendersi cura di questo gatto è relativamente semplice, l’importante è conoscere le sue abitudini ed applicare i dovuti accorgimenti, vediamoli insieme.

Alimentazione

Il gatto British Shorthair è, in genere, piuttosto sedentario. Infatti, ama stare in casa ad oziare. Questo rappresenta un problema per quanto riguarda il mantenimento del peso. È importante, dunque, fare molta attenzione alla quantità di cibo a cui ha accesso. Oltre a ciò, è bene offrirgli sempre prodotti di qualità. Prendi l’abitudine di fornire al gatto dei pasti in orari regolari, durante la giornata. In questo modo, crei con lui una sana routine, evitando di dargli da mangiare fuori orario. Per quanto riguarda i costi del mantenimento del British Shorthair, rientriamo su valori medi. I consumi di cibo, infatti, rientrano nella media.

Cura del pelo

La toelettatura del pelo deve essere regolare e accurata. Si consiglia di usare un pettine a denti fini per eliminare correttamente il pelo morto, soprattutto nel periodo della muta. Attenzione, perché il mantello folto è soggetto ad infestazioni da pulci. Questo accade soprattutto se il gatto è libero di uscire in giardino. Prevedi, dunque, dei trattamenti antiparassitari con prodotti appositi. Riesce, inoltre, a mantenere un’elevata pulizia in modo autonomo. È importante, però, spazzolare il pelo una volta a settimana.

Gatto British Shorthair adulto

Non dimenticare, inoltre, di usare sempre prodotti naturali e di buona qualità per la pulizia e la salute del manto. Periodicamente, effettua un controllo in zone sensibili, come la bocca e la coda. Un’attenzione particolare va riservata ai denti dopo i pasti. Le cure periodiche evitano lo sviluppo di problematiche legate al cavo orale.

Salute e malattie

La salute di questo gatto è, generalmente, molto forte. Si raccomanda, però, un controllo specifico e periodico da un veterinario esperto. Questa razza non presenta un numero elevato di patologie o forme gravi di affezione a carattere genetico. In questo, però, è importante valutare la serietà e l’affidabilità dell’allevatore da cui si acquista il gatto. Le patologie a cui può andare incontro il British Shorthair sono la cardiomiopatia e le patologie del cavo orale.

Foto di gatti British Shorthair dei lettori

Anche tu hai un gatto British Shorthair? Inviaci una foto simpatica a [email protected], la pubblicheremo qui.

Cerchi un allevamento? Visita la nostra sezione dedicata agli allevamenti di gatto British Shorthair.

Allevamenti e prezzo

Il gatto British Shorthair è un gatto di razza, nato da diverse selezioni. Se hai deciso di acquistare un cucciolo, è bene informarsi prima sull’allevamento. Un allevatore serio, infatti, ti darà tutte le informazioni di cui hai bisogno per fare una scelta consapevole. Inoltre, è importante che ti fornisca tutta la documentazione del gatto. Questo serve per garantire il suo stato di salute. Importante è anche il pedigree ANFI, un documento che attesta l’autenticità della razza e la genealogia del gatto.

Per quanto riguarda il prezzo, ciò che fa la differenza è se il gatto è da compagnia oppure da esposizione. Più il gatto si avvicina agli standard di conformità, più il prezzo sarà alto. In genere, un gatto British Shorthair ha un prezzo che può variare dai 600 ai 1000 euro. Il prezzo del cucciolo, quindi, può variare in base alla genealogia e alla distinzione tra gatto da esposizione o gatto da compagnia.

Valutazione: 5.0/5. Da 3 voti.
Please wait...
62 Visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *