Cani in spiaggia libera: comportamento e diritti

Cani in spiaggia libera comportamento diritti e doveri

E’ possibile portare i cani in spiaggia libera in determinate circostanze. Per questo è importante conoscere il comportamento da adottare, così come i propri diritti e doveri.

Ogni estate ci domandiamo se è possibile portare i cani in spiaggia libera, soprattutto in vista delle tanto amate vacanze estive. Cosa c’è di più bello rispetto a passare le proprie giornate al mare godendo della compagnia del nostro animale domestico?

Chi possiede un cane e lo ama veramente può rispondere a questa domanda soltanto in un modo: niente! Purtroppo però tutte le buone intenzioni si devono rapportare alla realtà, composta da regole e leggi che ogni padrone ha il dovere di rispettare, quando si trova in spiaggia libera in compagnia del proprio animale domestico.

Fortunatamente, oltre ai doveri, qualcosa si muove anche nei confronti dei diritti. Questo grazie al TAR del Lazio che, con la sua recente sentenza, ha sancito un enorme passo in avanti verso la legittimità dei cani in spiaggia libera.

Proseguendo nella lettura scoprirai tutto quello che devi sapere per goderti il mare con il tuo amico a quattro zampe in tutta serenità.

Cani in spiaggia libera: chi decide?

Il nostro bel paese è carente di una legge specifica che regolamenti la presenza di cani nelle spiagge pubbliche. Per questo motivo sono i Comuni, le Regioni o le Capitanerie di Porto che decidono i vari provvedimenti da adottare, mediante ordinanza all’inizio di ogni stagione balneare.

Generalmente l’accesso alla spiaggia di pubblica balneazione è aperta a tutti, anche ai cani. Tuttavia potrebbero sussistere delle motivazioni specifiche per cui le autorità competenti optino per delle limitazioni. Per questo può accadere che vengano emessi divieti ed ordinanze in contrasto tra loro, generando inevitabilmente confusione tra i proprietari di animali domestici.



Inoltre è possibile che alcuni Comuni vietino a priori l’accesso ai cani, escludendo di fatto tutti i singoli e famiglie con cani a seguito. E’ legittimo che un Comune adotti regolamenti per migliorare la vivibilità in spiaggia libera. Com’è altrettanto legittimo che venga tenuto conto della collettività, senza commettere discriminazioni ingiustificate.

La sentenza del TAR del Lazio

Purtroppo, senza adeguata legislatura, è possibile imbattersi in ordinanze troppo stringenti e talvolta discriminatorie. E’ il caso del Comune di Latina che ha ritenuto opportuno vietare ai cani di usufruire della spiaggia libera, nella stagione balneare compresa tra il 1° maggio ed il 30 settembre 2018.

E’ proprio per questo caso che entra in gioco il TAR del Lazio, chiamato in causa da un associazione ONLUS indignata dal perentorio e totale divieto. La sentenza, che l’organo di giurisdizione amministrativa emette, è decisamente a favore dei nostri amici a quattro zampe.

Il tribunale amministrativo regionale, con la sentenza 176 dell’11 marzo 2019, ha dato ragione all’associazione. Secondo il TAR il provvedimento emesso è illegittimo per difetto di motivazione, oltre che per violazione del principio di proporzionalità.

Qui puoi scaricare il pdf sintetico della sentenza.

Il Comune avrebbe dovuto indicare una specifica giustificazione della misura adottata, idonea a verificare anche il principio di proporzionalità. Inoltre avrebbe dovuto individuare le misure comportamentali più adeguate, piuttosto che porre un assoluto divieto di accesso alle spiagge pubbliche.

Una sentenza importante che, sommata ad altre emesse in passato, va a colmare un vuoto legislativo a favore dei nostri amici pelosi.

I diritti dei padroni di cani in spiaggia libera

In questo paragrafo indicheremo i principali diritti che ogni padrone ed il proprio cane possono vantare in spiagge di pubblica balneazione.

All’inizio di ogni stagione balneare, gli organi competenti, hanno il dovere di pubblicare eventuali ordinanze limitative sia sui canali ufficiali che mediante apposita segnaletica in loco. Se questo non avviene, tu ed il tuo Fido, avete il diritto di usufruire della spiaggia e della battigia senza alcuna limitazione.

Divieto regolamentare di cani in spiaggia libera

Ogni cane, con il suo padrone, ha il diritto di raggiungere la battigia della spiaggia libera purché dotato di guinzaglio e museruola. Il cane ha diritto di fare il bagno salvo esposizione di particolari divieti.

In caso di diverbio, devi sapere che solo le forze dell’ordine (Vigili urbani ed agenti della Capitaneria di Porto) hanno l’autorità per allontanarti dalla spiaggia ma non prima di averti esposto l’ordinanza. Infatti, prima di allontanarti, hai tutto il diritto di chiedere quale sia il provvedimento che vieta l’accesso ai cani in spiaggia.

Non basta la comunicazione verbale, le autorità hanno il dovere di mostrarti l’ordinanza e la sua scadenza, addirittura hai il diritto di leggere tu stesso il contenuto del provvedimento per verificare che sia firmato dal sindaco, da un assessore o da un delegato, e pubblicata sull’albo pretorio.

Il rifiuto delle autorità di mostrare le ordinanze potrebbe essere un possibile reato di  “omissione di atti di ufficio”.

Qualora il divieto non fosse esposto in modo chiaro, o meglio, se sul cartello d’affissione non fossero riportati numero e scadenza dell’ordinanza, in caso di multa potrai appellarti per fare valere i tuoi diritti presso un giudice di pace.

Doveri e comportamento in spiaggia libera

Oltre ai diritti è fondamentale conoscere i proprio doveri che altro non sono che semplici regole dettate dal buon senso. Il comportamento da adottare in questi casi è esattamente lo stesso che adotteresti in tutti i luoghi pubblici, in presenza di bambini e di persone che potrebbero aver timore del tuo Fido.

Di seguito un elenco dei principali doveri comportamentali da rispettare quando porti il cane in spiaggia libera:

  1. Devi raggiungere il luogo di stazionamento tenendo il cane al guinzaglio
  2. Il cane deve essere al guinzaglio anche in caso di passeggiate sulla battigia
  3. Se il cane è particolarmente irruento o mordace deve avere la museruola
  4. Devi sempre avere con te paletta e sacchetti per la raccolta delle deiezioni
  5. In caso di urina è necessario bagnare la zona con acqua al fine di pulire l’area
  6. Evitare di portare il cane vicino a bambini che potrebbero avere paura
  7. Limitare il contatto del cane con gli anziani che potrebbero perdere l’equilibrio e cadere
  8. Se sono presenti altri cani evitare che giochino insieme troppo irruentemente
  9. Evitare che il cane corra senza controllo su asciugamani altrui
  10. Non lasciare mai il cane incustodito e libero di fare ciò che vuole
  11. Richiamare il cane se si allontana troppo da te

Oltre a questo è assolutamente indispensabile riservare al proprio animale domestico un posto all’ombra, magari sotto l’ombrellone, e garantirgli costantemente un contenitore di acqua. Questo perché i cani hanno una termoregolazione corporea meno efficiente degli umani e possono avere dei problemi se tenuti esposti al sole estivo in modo prolungato.

Il rischio più pericoloso è che il tuo Fido vada in contro al pericoloso colpo di calore del cane. Eventualità tutt’altro che rara e purtroppo talvolta nefasta, per questo è di fondamentale importanza adottare ogni precauzione di sicurezza quando porti i cani in spiaggia libera.

Valutazione: 5.0/5. Da 5 voti.
Please wait...
207 Visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *