Gatto Persiano: razza, carattere, allevamenti e prezzi

Gatto Persiano

Ultimo aggiornamento: 12 aprile, 2021

Tutto quello che c’è da sapere sul gatto persiano. Qui trovi i dettagli sulla razza, le origini, il carattere (con pregi e difetti) oltre allo standard, gli allevamenti ed i prezzi di acquisto.

Il gatto persiano è, tra le varie razze feline, una delle prime ad esser state selezionate. Molto spesso quando si decide di accogliere un gatto in casa, la razza persiana è una delle prime verso cui ci si orienta, probabilmente per il fascino di questo micio dal pelo lungo. Elegante e misterioso, il gatto persiano si adatta perfettamente alla vita in casa e in appartamento. Gatto tranquillo ma bisognoso di coccole, è davvero un pelosetto amorevole. Vediamo allora qui insieme un po’ di notizie e informazioni su questa razza. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul gatto persiano.

Le origini del gatto persiano

Come detto poco fa, la razza persiana è stata una delle prime ad esser riconosciuta e selezionata. Quel che è noto è che i gatti persiani sono stati importati dalla Persia attraverso delle carovane di mercanti provenienti dall’Oriente. È noto anche che la stessa regina Vittoria ai tempi possedeva dei gatti persiani blu. Alle origini, questa razza felina possedeva una forma del muso decisamente più allungata e venivano così chiamati con il termine normotipici. In seguito, poi, vennero definiti ipertipici, solo dopo aver selezionato dei ceppi diffusi in America che li portarono ad avere un naso più schiacciato. Questa è proprio una delle caratteristiche tipiche di questo micio: un naso piccolo ma con narici larghe.

Altra specifica di questa razza è il pelo: il gatto persiano, infatti, è il felino con il manto più lungo in assoluto. In fase di scelta, quindi, questo è un elemento da non sottovalutare poiché la cura del manto richiede molta dedizione e pazienza, i nodi sono sempre in agguato! Tuttavia, la selezione di questa specie non sempre è proseguita in favore della sua salute e, così, spesso è necessario prestare molte attenzioni anche all’aspetto alimentare: cibo sano e di qualità.

Tornando alla storia, questa specie felina è stata, quindi, selezionata partendo dal gatto d’angora, una razza molto diversa dal gatto persiano di oggi. Il nostro amico persiano che accogliamo nelle nostre case è frutto di diversi incroci provenienti dall’Iran (la storica Persia, appunto). In Europa arrivarono per la prima volta grazie allo scrittore Pietro della Valle e, da subito, divennero i gatti preferiti della regina.

L’aspetto del gatto persiano

Il lungo pelo con sottopelo molto fitto è una delle caratteristiche principali di questo felino. Spesso si definisce persiano un qualsiasi gatto a pelo lungo ma non è così. Non tutti i felini dal manto lungo sono, infatti, gatti persiani. Solitamente un gatto persiano deve avere una dimensione compresa tra media e grande. I persiani di sesso maschile pesano circa 7 kg mentre le femmine circa 4 kg.  L’aspetto che si nota da subito è quello di un micio tozzo e compatto, con il muso schiacciato, un piccolo nasino e larghe narici. Il manto può arrivare ad una lunghezza di 20 cm ma è importante, appunto, averne gran cura.

Gatto Persiano Bianco

Questa razza felina può comprendere circa 200 combinazioni di nuance ma, ufficialmente, i colori più soliti sono il bianco, il nero, il cioccolato ed infine il blu. Sono stati evidenziati, in particolare, tre gruppi: il gatto persiano van che presenta macchie di colore sulla testa e sulla coda, il gatto bicolore che è bianco solo per un terso e, infine, il gatto arlecchino che presenta un sesto del manto bianco bianco e il resto tutto colorato. Gli occhi del gatto persiano sono tendenzialmente di colore verde (proprio tipico dei gatti), azzurro, arancio o impari (un occhio diverso dall’altro, solitamente uno arancio e uno blu). Agile e astuto, il persiano presenta poi zampette tonde e corte.

Caratteristiche e standard del gatto persiano

Le principali caratteristiche morfologiche del gatto persiano sono:

 

Caratteristiche della razza
Origine: Persia
Classificazione FCI:
Aspetto generale: Taglia medio grande con zampe corte e tozze, naso piccolo e manto lungo
Testa: Tonda, ampia e massiccia, con guance piene
Occhi: Molto distanziati, grandi e rotondi
Corpo: Compatto, basso sulle zampe e con buona muscolatura
Orecchie: Attaccate basse, piccole, internamente ricoperte da ciuffi di pelo e con punte arrotondate
Coda: Corta ma proporzionata al corpo
Arti: Zampe corte, robuste e forti; i piedi devono essere grandi e rotondi
Mantello: Lungo, abbondante, spesso e setoso
Colore: più di duecento colorazioni e numerosissime varietà

 

Standard maschile
Standard femminile
Altezza: 30-35 cm Altezza: 30-35 cm
Peso: circa 7 kg Peso: circa 4 kg

 

Il carattere del gatto persiano

Il gatto persiano è considerato un animale piuttosto tranquillo, facilmente adattabile alla vita in appartamento. Non emerge particolarmente forte, infatti, il suo istinto di libertà e per questo ama davvero dormire e stare in casa. Coccole e tenerezze, invece, sono sempre ben accette! Ad ogni modo, rimangono pur sempre animali carnivori, inclini alla caccia. È consigliabile, quindi, dar loro modo comunque di scoprire il mondo esterno e di passeggiare magari in un giardino. Così, nonostante la pigrizia rinomata, il gatto persiano potrà divertirsi anche po’, arrampicandosi o giocando magari con qualche insetto.

Gatto Persiano Longhair Nero

Dare al gatto la possibilità di muoversi è un ottimo consiglio, soprattutto per la sua salute. Un po’ di sana attività fisica non può che far bene. Quando scegliete, quindi, di adottare un animale, valutate sempre che la vostra abitazione sia idonea ad accogliere un nuovo amico peloso. Certamente se non siete provvisti di spazi verdi, il tiragraffi può esser un efficace rimedio. Il micio amerà arrampicarsi e giocare. Per scegliere il miglior tiragraffi ti invitiamo a leggere il nostro articolo.

Quando si tratta di un cucciolo, poi, il divertimento è garantito. Il gatto persiano, infatti, proprio per la sua conformazione e per il lungo pelo, è proprio un batuffolo! Calmo ed equilibrato, una volta presa confidenza con l’ambiente e con la famiglia, sarà certamente un amico insostituibile, sempre pronto a dare e chiedere coccole.

Immagini di Gatto Persiano dei lettori

Anche tu hai un Persiano? Inviaci una sua foto simpatica a [email protected], la pubblicheremo qui.

Cerchi un allevamento?
Vai alla nostra sezione dedicata agli allevamenti di gatto persiano.

L’alimentazione del gatto persiano

Come sempre quando si parla di alimentazione la parola d’ordine è sempre la stessa: qualità. Il gatto persiano, così come gli altri felini, necessita di una sana alimentazione per non incombere in qualche problema di salute. Essendo, appunto, un animale domestico quindi, la sua dieta dipende totalmente da noi umani.

La razza persiana, in particolare, necessita di una dieta molto proteica e di una buona quantità di carboidrati e vegetali. In commercio esistono diverse possibilità di scelta e optando per un cibo secco potrai, inoltre, aver ben presente tutte le componenti di cui si sta nutrendo il tuo gatto. Puoi alternare cibo secco a cibo umido. È raccomandato sempre scegliere prodotti ad hoc per la razza felina.

Scegliere cibi preparati per i nostri amici felini ci permette inoltre di controllare meglio il suo stato di salute e di poter evitare patologie o intolleranze alimentari che a volte possono sopraggiungere con un’alimentazione squilibrata.

Allevamenti e prezzo

Il gatto persiano, come detto in questo articolo, è un gatto di razza, nato da incroci tra diverse selezioni. Se l’idea è quindi quella di acquistarne uno, è bene informarsi bene sull’allevamento. Il gatto persiano è tra le razze feline quella dalla storia più antica e, grazie anche al suo aspetto estetico, è soggetto all’attenzione di molti. Vengono, infatti, allestite fiere e gare di bellezza dove poter esporre il nostro amico peloso. Il manto lungo è il tratto più distintivo di questa razza.

È bene quindi scegliere con cura il giusto allevamento che possa fornire tutta la documentazione dell’animale e possa garantirne anche lo stato di salute. Importante il pedegree, un documento che attesta l’autenticità della razza e la genealogia del gatto.

Ma quanto costa quindi un gatto persiano?

La razza persiana, come detto poco fa, prevede diverse colorazioni ma non è questo il fattore che incide sul prezzo. Ciò che fa la differenza è se il gatto è da compagnia oppure da esposizione. Più il gatto si avvicina agli standard di conformità più il prezzo sarà ovviamente alto. I persiani da compagnia, invece, non necessitano di alcuna particolare conformità e per questo costano un po’ meno. Un gatto da esposizione è proprio la scelta giusta se sei un super appassionato della razza!

Tendenzialmente un cuccioletto di persiano con pedigree può costare circa 600 euro fino ad arrivare persino a 2000 euro per gatti con una genealogia importante. Il prezzo del cucciolo, quindi, può variare in base alla sua bellezza ma soprattutto in base alla genealogia e alla distinzione tra gatto da esposizione o gatto da compagnia. A te l’ardua scelta ma sempre fatta con amore.

Ricorda sempre che, oltre al prezzo di acquisto, saranno parecchie le spese per la sua cura, per la sua igiene e salute. Una volta individuato il giusto allevamento non ti resterà che scegliere il tuo preferito! Bianco o arlecchino? Come visto qui le varianti sono infinite e potrai scegliere l’allevamento che più rispecchia i tuoi gusti. Se hai deciso quindi di acquistare un gatto persiano, in questo articolo, avrai tutte le informazioni per esser preparato al suo arrivo.

Se stai cercando un allevamento, ti invitiamo a consultare la nostra sezione dedicata agli allevamenti di gatto persiano.

Valutazione: 5.0/5. Da 2 voti.
Please wait...
593 Visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *