Tosatura del cane: consigli e suggerimenti per tosarlo bene

Come tosare il cane in modo perfetto

La tosatura del cane rientra nell’aspetto dell’igiene, fattore molto importante nella convivenza tra umani e amici a quattro zampe, soprattutto da quando si è sviluppata la cultura dell’animale da compagnia, che quindi vive tra le mura domestiche e non più in giardino o nei campi per svolgere una determinata funzione.

Curare questo particolare aspetto del proprio pet non significa soltanto lavarlo o spazzolarlo con regolarità, ma anche occuparsi della lunghezza del suo pelo, quindi della toelettatura e tosatura.

Ci sono anche tanti luoghi comuni che circolano in merito alla tosatura del cane durante l’estate, e ci sono tanti fattori da prendere in considerazione soprattutto in base alla razza e al pelo.

Tosare il cane: quando farlo

Come prima cosa, è necessario comprendere in quale momento procedere alla tosatura del cane. Bisogna però fare una differenza tra le varie razze canine, perché è proprio in base a questo che si può valutare il momento in cui procedere alla toelettatura.

Tutte le razze a pelo corto e molto corto non hanno necessità di essere tosate, neanche per la cosiddetta ‘spuntatina’ con il rasoio passato una sola volta: per questo tipo di pelo è necessaria soltanto una spazzolata, anche soltanto settimanale se il manto è particolarmente raso.

Ben altro discorso bisogna dedicare invece alle razze a pelo semilungo o lungo, a “crescita infinita”: parliamo di quei cani come maltese, barbone (di tutte le taglie), yorkshire, lagotto ecc, che hanno un manto paragonabile ai capelli umani, ossia che non smette mai di crescere se non viene tagliato.

In questo caso è possibile svolgere la toelettatura, che da alcuni proprietari viene effettuata in modo ‘soft’, tenendo acceso il rasoio al minimo, ed in alcuni casi accorcia di molto il pelo del cane. Nel primo caso è possibile tosare il nostro animale domestico anche una volta ogni 3 mesi, ovviamente sempre mantenendoci e non esagerando con la toelettatura, nel secondo invece è preferibile effettuare la rasatura soltanto una volta all’anno.

Qual’è il periodo migliore per tosare?

La scelta del periodo è l’aspetto più dibattuto nella toelettatura del cane, ed è ancora oggi oggetto di controversie. E’ opinione comune che, soprattutto i cani nordici come l’Alaskan malamute (ma non solo), debbano essere tosati nel pieno della stagione calda proprio per far ‘rinfrescare’ l’animale domestico.

In realtà questa è una visione tutta umana del pelo canino: durante l’estate infatti il manto del cane ha una funzione specialmente rinfrescante e lo protegge dal sole consentendogli così di stare al fresco. Tosare il pelo del cane in estate, proprio pensando di fare il suo bene facendolo stare più al fresco, è uno degli errori più grossolani che si possano commettere.

Tosatura del cane Lagotto

A testimoniarlo, anche l’appello lanciato dall’American Society for the Prevention of Cruelty to Animals, che invita i proprietari di cani a non tosare il pelo dei nostri amici a quattro zampe durante la stagione calda.

Dunque, qual è il periodo più adatto per rasare i nostri cani? Generalmente è preferibile farlo nei mesi iniziali della primavera, specialmente a marzo, nel momento in cui il cane sarà più a rischio di essere attaccato da parassiti esterni ed in particolar modo per consentire al manto di ricrescere entro i mesi più caldi dell’estate, consentendo così al cane di proteggersi dal sole cocente.

Lo strumento necessario: il rasoio

Ovviamente, quando arriva il momento della tosatura del cane, è indispensabile procurarsi tutti gli oggetti che servono per portare a termine questo lavoro. L’elemento più importante è ovviamente il rasoio per cani: se ne possono trovare di ogni tipo, persino suddivisi per razze canine, in tutti i negozi di animali ma con l’avvento della tecnologia non sarà affatto difficile trovarne molti, a prezzi scontatissimi, su uno dei tanti e-commerce.

Ad esempio, senza rinunciare alla qualità, Amazon offre a prezzo basso il rasoio GHB dalle prestazioni molto elevate. Testato personalmente da noi di PerPets ne siamo rimasti piacevolmente sorpresi, nonostante il basso costo abbiamo potuto constatere la sua ottima qualità ed efficacia, uninta ed una dotazione di tutto rispetto, ha pesino una batteria di ricambio:

Offerta
GHB Kit Tosatrice Cani Tosatore per Cani Tagliacapelli Animali...
349 Recensioni
GHB Kit Tosatrice Cani Tosatore per Cani Tagliacapelli Animali...
  • Grazie alla nuovissima tosatrice per cani, è ora possibile tagliare facilmente i peli dei Vostri amici a quattro zampe nella comodità della Vostra casa e nei tempi che desiderate. La tosatrice è...
  • Dotata di 4 diversi pettini con lunghezza di taglio di 3, 6, 9 e 12 mm, è in grado di tagliare efficacemente peli di diversa lunghezza.
  • La lama da taglio è regolabile tra 0,8 / 1,1 / 1,4 / 1,7 / 2,0 millimetri, adatta al 100% a tutti i tipi di pelle, comoda ed estremamente facile da utilizzare.

Un altro criterio, oltre alle prestazioni, da tenere in considerazione prima dell’acquisto, è il rumore. Per molti cani è un trauma dover affrontare la toelettatura; se ci si aggiunge anche la paura innata per i rumori molto forti ed improvvisi, è ovvio che sia meglio scegliere di acquistare un rasoio per cani non rumoroso, anche se sarà impossibile trovarne uno completamente silenzioso. In questo caso è adeguato anche il rasoio GHB suggerito, che svolge le sue funzioni senza troppo rumore e senza infastidire eccessivamente il nostro cane.

Come procedere alla tosatura del cane

Prima di iniziare le operazioni di rasatura, è necessario lavare il cane e, mentre è ancora bagnato, passare dapprima una spazzola per rimuovere tutti i nodi superficiali che farebbero ‘inciampare’ il rasoio, e poi passare un pettine per eliminare tutti i nodi in modo più approfondito.

E’ possibile che il cane inizi ad agitarsi, per questo motivo è preferibile legarlo con un collare ad una superficie vicino a cui lo stiamo lavando o farci aiutare da una seconda persona. Ora possiamo iniziare a mettere in pratica la toelettatura: attenzione a farlo seguendo con precisione la direzione del manto, senza andare mai contropelo, cosa che lascerebbe strisce e segni molto evidenti sul pelo del nostro cane.

Le zone più delicate

Iniziamo subito dalle aree che sono definite più sensibili per il cane, dove se andassimo verso la fine il cane potrebbe essere già spazientito; cominciamo dalla testa, passiamo poi alle aree vicino alla coda, poi andiamo alle ascelle, ai fianchi e all’addome. Basiamoci anche sui gusti personali del nostro cane, ricordando se è un cane che mostra facilmente l’addome e sopporta dunque di essere toccato là, o se al contrario è restio a mostrare certe zone del corpo.

Ci sono punti in cui non si pensa erroneamente che il cane non debba essere tosato ma invece è necessario ugualmente farlo, come ad esempio l’inguine o l’area intorno alle natiche. Ovviamente sarà necessario prestare più attenzione e procedere con maggiore delicatezza rispetto a zone come per esempio la schiena, ma non possiamo dimenticare di tagliare il pelo anche lì, soprattutto se si tratta di cani con pelo a crescita continua.

Tosatura del cane Barbone

Altre due zone partilarmente delicate e da tosare inevitabilmente sono le zampe e le orecchie, non solo per un mero aspetto estetico ma sopratutto per la sicurezza del cane. Le zampe e le orecchie (così come il naso e gli occhi) infatti sono particolarmente colpite dal così detto “Forasacco”, una sorta di “spighettina” che scresce da aprile ad ottobre, purtroppo in grado di perforare la pelle del nostro cane e di farsi strada all’intenro dei tessuti.

Se non ce ne accorgiamo in tempo, provvedendo tempestivamente alla rimozione, questa subdola graminacea può creare grossi danni e sofferenze al nostro pet, per questo tenere il pelo corto nei periodi del Forasacco ci aiuta ad individuare ed eliminare la minaccia per tempo. Ad ogni passeggiata all’esterno consigliamo di controllare scrupolosamente tutto il manto del cane.

L’espediente della distrazione

In particolar modo se parliamo di cani di taglia grande ma generalmente anche per cani di taglia media o piccola, è sempre meglio distrarre l’animale domestico con croccantini o giocattoli. In questo modo, il nostro amico a quattro zampe sarà concentrato dal nostro diversivo e quindi meno stressato perchè darà meno attenzione alle operazioni di tosatura.

Eventualemente, se il cane risulta particolarmente agitato, consigliamo di chiedere l’assistenza di un’altra persona che si occupi di trattenere il nostro pet dal collare. Qualora il nostro cane dovesse dimostrarsi aggressivo ed insofferente, è preferibile rivolgersi ad una persona esperta (un toelettatore professionista) che sappia come comportarsi in qualsiasi evenienza.

Valutazione: 5.0/5. Da 7 voti.
Please wait...
1.097 Visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *