Disinfettare la Cuccia del cane in modo efficace

Disinfettare la Cuccia del cane in modo efficace

Ti stai chiedendo come disinfettare la cuccia del cane in modo efficace? In questa guida potrai scoprire perché è importante e come farlo nel modo corretto.

Sapere come disinfettare la cuccia del cane in modo efficace è fondamentale. In ballo non c’è solo la salute del tuo amico a 4 zampe ma anche quella dell’intero nucleo familiare, per questo è indispensabile conoscere la corretta procedura necessaria a tenere igienizzate e disinfettate le zone e le superfici dove riposa il cucciolone di casa.

Che il tuo cane soggiorni nell’abitazione oppure in una cuccia all’esterno non è importante, quello che conta è mantenere una perfetta igiene dei suoi spazi al fine di prevenire ed evitare spiacevoli problematiche di salute tipiche della scarsa igiene.

In commercio ci sono tantissimi prodotti molto validi ma, proprio per la vastità di soluzioni offerte, spesso può accadere di essere incerti e disorientati in fase di scelta. Per questo motivo vogliamo darti la risposta alla domanda: Disinfettante per cucce di cani, qual’è il migliore?

L’importanza di disinfettare la cuccia del cane

Disinfettare la cuccia del cane rientra nella categoria di “pulizia e cura” del proprio Pet e non è solo importante per te e la tua igiene, ma anche per il nostro amico a quattro zampe con eventuale eliminazione di problematiche tradotte in batteri, pulci e zecche. In linea generale possiamo dirti che, qualsiasi sia il materiale di realizzazione della cuccia – plastica, tessuto o legno – la sua igienizzazione antibatterica deve essere svolta con prodotti mirati anallergici e con una composizione adatta al genere di pulizia richiesta.

Ma perché è importante pulire la cuccia del cane? Partiamo dal concetto primario, ovvero che il cane è un vettore di germi e batteri, che vengono trascinati dall’esterno verso l’interno – se tieni la cuccia in casa – inversamente se invece si tiene la stessa all’esterno. Tutto questo deve essere continuamente neutralizzato, eliminato sia per la salute del cane, sia per la tua e della tua famiglia.

Un’azione da svolgere correttamente ogni giorno, volta ad una pulizia ancora più profonda è il trattamento delle zampe prima di varcare la soglia di casa al fine che i batteri non vengano trasferiti su cuccia e angoli della casa, il tutto accompagnato da:

  • Rimozione dei peli al suo interno
  • Rimozione di briciole o altri residui di cibo (vettori di muffe e formiche)
  • Rimozione di bave eventuali

Una volta alla settimana passi invece alla pulizia generale e completa, utilizzando apparecchi per la pulizia a vapore, aspirapolvere o idropulitrice. Per una pulizia approfondita ed efficace l’utilizzo del vapore è uno dei metodi naturali migliori da utilizzare, la nebulizzazione dell’acqua ad alta temperatura permette di pulire – ed al contempo sanificare – tutte le superfici, eliminando gran parte dei contaminanti presenti.

Se non disponi di un pulitore a vapore, da utilizzare per la pulizia della cuccia, su Amazon con una spesa minima è possibile acquistare questo modello, molto compatto e funzionale:

Offerta
MLMLANT Pulitore a Vapore, Pulitore a Vapore Portatile,12...
53 Recensioni
MLMLANT Pulitore a Vapore, Pulitore a Vapore Portatile,12...
  • OFFERTA LIMITATA GRATUITA PER 12 ACCESSORI: Questo potente set di pulitori di vapori palmari include un kit di accessori GRATUITO in 9 pezzi che include: Ugello prolungato, Coppa spray con pennello,...
  • POTENTE VAPORE CALDO: 1050 W di potenza, capacità del serbatoio dell'acqua fino a 350ML.MAX con capacità fino a 250 ML. Esegue un potente vapore caldo pressurizzato (250-270F) per un massimo di 25...
  • SENZA CHIMICA E SICURA: 100% privo di sostanze chimiche senza fumi o residui nocivi. Include un blocco di sicurezza sulla maniglia e un cappuccio di sicurezza per una maggiore tranquillità per la...

Una volta fatto questo si procede all’igienizzazione con l’ausilio di prodotti preferibilmente naturali, a seconda della tipologia di cuccia:

  • Cuccia in tessuto

La cuccia in tessuto è molto bella, morbida e sicuramente un paradiso per il tuo amico a quattro zampe. Nonostante questo è la tipologia che deve essere igienizzata più frequentemente, in quanto germi e batteri possono annidarsi negli angoli o all’interno della stoffa di realizzazione. Il consiglio è quello di – se possibile – lavarla in lavatrice con un prodotto specifico igienizzante (anche quello che si utilizza per i capi delicati dei bambini), e di avvalersi ad uno spray specifico da spruzzare almeno due volte alla settimana.

  • Cuccia in plastica

Notevolmente comoda, questa tipologia può essere lavata sotto l’acqua corrente e igienizzata grazie a prodotti specifici antibatterici, aiutandosi con un panno pulito. Naturalmente, il tuo cane non dormirà sicuramente in una cuccia di plastica nuda – ed è per questo motivo che teli, coperte e cuscini dovranno essere lavati a mano o lavatrice una volta alla settimana o igienizzati tramite spray antibatterico.

  • Cuccia in legno

La cuccia in legno, di norma, viene lasciata in cortile o giardino con al suo interno cuscini e coperte per riparare il cane da freddo e umido. Come per gli altri casi, le parti in tessuto dovranno essere lavate e igienizzate almeno una volta alla settimana, mentre per la struttura ci sono dei prodotti specifici anti tarme e anti umidità, che curano e proteggono il legno dagli agenti esterni.

Problematiche tipiche della scarsa igiene

Come accennato, una scarsa igiene della cuccia del cane può comportare due problematiche principali:

1. Il manto del tuo amico a quattro zampe, si trasforma in un vettore naturale di germi e batteri, con conseguenze non piacevoli come infezioni – desquamazioni e patologie più o meno gravi;

2. L’effetto domino ricade anche all’interno della tua casa, con vari germi e batteri che si annidano su tappeti, tende, divani e altri elementi prevalentemente in tessuto.

I materiali vivi tendono a preservare meglio i parassiti, tra i quali:

  • Virus legati allo sviluppo dell’epatite B e C
  • Virus che causano stati febbrili
  • Rotavirus
  • Adenovirus
  • Staphylococcus Aureus
  • Escherichia Coli
  • Pseudomonas Aeruginosa
  • Aspergillus Niger

A tal proposito ti invitiamo a leggere il nostro approfondimento su come lavare il cane.

Disinfettare la cuccia del cane in modo naturale

Il metodo naturale è sempre un ottimo rimedio per disinfettare la cuccia del cane – e non solo – al fine di non utilizzare prodotti con composti chimici nocivi, soprattutto per il pelo del nostro importante amico. Gli ingredienti che di norma vengono utilizzati naturalmente o impiegati tramite prodotti naturali, sono:

Aceto

L’aceto di vino è un elemento consigliato per pulire e disinfettare al meglio, la cuccia del cane. Questo ingrediente, utilizzato puro o tramite prodotti specifici, ha il compito di tenere lontane le pulci, sterilizzando le parti interessate contro insetti infestanti e non graditi.

Bicarbonato

Elemento naturale tramandato dalle nonne, dal potere igienizzante – antibatterico – disinfettante e pulente. Per eliminare batteri e parassiti, basterà cospargere la cuccia con una quantità media di bicarbonato, lasciandolo agire per circa 10 minuti per poi passare al lavaggio con acqua e prodotto naturale.

Disinfettare la cuccia del cane con un prodotto consigliato

Se non hai tempo o non sai come preparare un prodotto fai da te, desiderando una formulazione naturale – classica e di grande efficacia contro germi e batteri, il brand leader Peticare ha realizzato un prodotto certificato che svolge delle azioni fondamentali ideali per la pulizia e cura della cuccia e superfici. Ci sono molteplici vantaggi nell’impiego di un prodotto pronto e certificato:

  • La sicurezza del brand
  • La sicurezza negli ingredienti naturali utilizzati
  • Lunga durata e protezione per tutta la famiglia
  • Facile da usare e non sporca
  • Certificato, pronto da usare e agisce su tutte le superfici
  • Ideale per ogni tipologia di materiale, anche i più delicati

Peticare LivingClean ha una formulazione particolare a base acquosa, dall’ottimo profumo di limone, che si differenzia dagli altri prodotti in quanto concentrato apposito che elimina ogni tipologia di virus e germi che persistono su tessuti e superfici (cuccia in tessuto, supporti in tessuto, copertina invernale, recinti, gabbie, pavimenti e così via).

Come accennato, la sua composizione naturale è stata studiata per non irritare il pelo e manto dell’animale, privo di allergeni e elementi chimici nocivi: è un disinfettante a lunga durata, con la distruzione del 99,99% dei germi/virus e batteri pericolosi per la nostra salute e quella del nostro grande amico.

Da evidenziare un fattore molto importante: in caso di ferite aperte – zone infiammate – infestazione da funghi, questo prodotto agisce da antibatterico, disinfettante, acceleratore per la guarigione e protettivo.
Come si usa?

Per utilizzare Peticare basterà scuotere energicamente il prodotto, facendo attenzione ad aver rimosso ogni tipo di sporcizia dalla zona di interesse, per poi spruzzarlo (quantità a discrezione, con un massimo di 10), senza necessità di essere diluito: la sua attività inizia dopo un massimo di cinque minuti con durata sino a sette giorni.

Peticare disinfettante di superfici per Animali – Disinfezione...
  • 💧 Disinfezione persistente Disinfezione a lungo termine per tutte le superfici che vengono in contatto con l'animale, il disinfettante dura fino a 7 giorni.
  • 💧 Altamente efficace Efficace contro i microrganismi quali batteri, acari, funghi e virus, igiene antibatterica, pulizia antimicrobica.
  • 💧 Effetto trifasico Tutti i germi vengono uccisi immediatamente al primo utilizzo, Sulla superficie si forma una superficie facile da pulire, Si forma una superficie germicida che uccide...

Disinfettare la cuccia del cane in casa

Avere la cuccia del proprio amico in casa, comporta – come già accennato – una pulizia profonda e intensa. Le strutture in tessuto potranno essere messe in lavatrice oppure lavate a mano con acqua calda, aggiungendo dell’olio essenziale alla lavanda prima dell’asciugatura o uno spray contenente dell’aceto di vino, per dare un buon profumo e aumentare il potere antibatterico.

Per i cani che utilizzano cucce in vimini, sarà sufficiente lavare la struttura in acqua tiepida con prodotto specifico dissolto nell’acqua; le parti in tessuto, invece, lavate separatamente a mano o in lavatrice.

Disinfettare la cuccia del giardino

Tenere una cuccia all’esterno, significa dover dedicare molto tempo alla sua pulizia soprattutto in estate con l’arrivo del calore – dei batteri e delle zecche. Ogni giorno igienizzare la struttura con uno spray specifico antibatterico e – almeno una volta alla settimana – lavare la struttura con acqua tiepida e sapone di Marsiglia, risciacquando abbondantemente e facendola asciugare al sole.

Valutazione: 4.5/5. Da 4 voti.
Please wait...
754 Visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *