La nascita dei gattini: cosa fare?

La nascita dei gattini: cosa fare

Ultimo aggiornamento: 20 Maggio, 2023

La nascita dei gattini è un evento importante ed emozionante. Per questo, bisogna prepararsi al meglio. Sicuramente, avrai tante domande e dubbi, soprattutto se la tua micia diventa mamma per la prima volta. In questo articolo vedremo insieme cosa fare per accogliere al meglio i cuccioli.

La nascita dei gattini avviene circa 9 settimane dopo il concepimento. La gravidanza di una gattina può durare tra i 60 e i 70 giorni. Se dopo questo tempo i cuccioli non sono ancora nati, sarà necessario andare dal veterinario per escludere rischi e pericoli. Cosa accade durante la gravidanza e di cosa ha bisogno la gattina? Vediamo insieme tutte le informazioni necessarie per prepararsi al meglio al lieto evento.

La gravidanza della gatta

Dopo il concepimento, iniziano a manifestarsi i primi cambiamenti. Dopo circa 15 giorni, infatti, potrai iniziare a notare i capezzoli più evidenti, la pancia che si gonfia e l’appetito che aumenta. Quando la gravidanza ha inizio, infatti, la gatta ha bisogno di nutrirsi di più, per fornire ai piccoli il giusto apporto di nutrienti per il loro sviluppo. Nel corso della gravidanza, la gattina prende peso, aumentando fino a 2 kg. Potrai notare anche, proprio come le donne, l’insorgenza della nausea. Durante questo periodo, infatti, la gatta potrebbe vomitare spesso. Anche a livello del comportamento potrai notare dei cambiamenti. Ad esempio, la micia potrà cercare più richiedere più attenzioni, più coccole e seguirti più spesso in casa. Ci sono, poi, anche casi opposti: gattine che, al contrario, vogliono stare più per conto loro.

Royal Canin Mother and Babycat Gatte In Gestazione o Lattazione e...
  • Casa, arredamento e bricolage
  • Marca: Royal Canin
  • Dimensioni: 10x10x10 cm

Le visite da veterinario

Nel momento in cui ti accorgi che la tua gatta è incinta, occorre prenotare una visita dal veterinario Come capire che la micia è in attesa dei cuccioli? Innanzitutto, noterai i cambiamenti di cui abbiamo parlato. Potrai rendertene conto dai suoi sbalzi d’umore, dalla pancia gonfia e dall’insorgenza della nausea. Se hai dei dubbi, quindi, prenota un controllo dal veterinario. A partire dalla terza settimana di gravidanza, potrai avere conferma con un’ecografia. Dopo i primi 40 giorni, il veterinario sarà anche in grado di stabilire il numero di gattini presenti all’interno dell’utero della gatta. In genere, come già accennato, la gravidanza della gatta dura tra i 60 e i 70 giorni. Non dimenticare di far idratare la gattina, facendola bere spesso. Per invogliarla, puoi utilizzare le fontanelle a getto continuo. Ricorda, infine, di scegliere sempre ciotole per gatti funzionali, per il benessere del tuo amico a quattro zampe.

Cosa fare durante la gravidanza

Durante il periodo di gestazione, la gattina ha bisogno di più energie. Cerca, in questo momento così delicato, di evitare situazioni di stress, facendola riposare il più possibile. Dedicale, inoltre, tutte le attenzioni che richiede, ritagliandoti del tempo ogni giorno per lei. Altra cosa importante, in questo periodo, è evitare situazioni che potrebbero agitarla. Quindi, non invitare a casa persone che potrebbero infastidirla con rumori e odori forti. Nei limiti del possibile, inoltre, cerca di far rimanere attiva la micina, ma senza esagerare con stimoli e sollecitazioni. Non dimenticare di prenotare le visite periodiche dal veterinario, che potrà monitorare la situazione ed intervenire in caso di bisogno. Anche l’alimentazione è fondamentale: offrile sempre pasti leggeri e nutrienti, di ottima qualità. Crea, infine, per lei un posto in casa dove poter appartarsi in silenzio ogni volta che ne sentirà il bisogno, anche con un tiragraffi per gatti dove arrampicarsi.

Offerta
Amazon Basics - Casetta pieghevole per gatto, Marrone
  • Casetta per gatto forma di cubo, per offrire al tuo gattino un luogo divertente e rilassante per riposare, nascondersi e giocare
  • Lati e fondo scamosciati; comodo lato superiore in pile con morbido bordo rialzato in soffice materiale scamosciato, per una maggiore consistenza e comfort
  • Lo spazio interno ricorda un rifugio ed è adatto per il riposo; le aperture circolari favoriscono il gioco interattivo

La nascita dei gattini: di cosa c’è bisogno?

Durante la gravidanza della tua gattina avrai il tempo di procurarti tutto ciò di cui potrai aver bisogno al momento della nascita dei cuccioli. Devi sapere che, in genere, le gatte affrontano da sole il parto, senza particolari complicazioni. Il consiglio, quindi, è di monitorare la situazione ed intervenire solo se necessario. Prima del parto, puoi procurarti una scatola o una cuccia attrezzata dove partorire, per farla sentire comoda, con delle coperte se dovesse far freddo. Tieni a portata di mano degli asciugamani puliti, con cui potrai strofinare dolcemente i gattini appena nati. Questo, però, solo se la mamma non dovesse pulirli. Generalmente, infatti, la gatta pulisce da sola i piccoli appena nati, leccandoli. Infine, potresti aver bisogno di un biberon e del latte per gattini, nel caso in cui la gatta non ne avesse abbastanza.

GingerUPer Biberon per Cuccioli capezzolo con siringhe per...
  • Confezione inclusa: 1 confezione di biberon per cuccioli da 50 ml; 2 siringhe da 1 ml; 2 siringhe da 5 ml; 2 siringhe da 10 ml; Confezione da 6 capezzoli originali; Confezione da 4 tappi
  • La tettarella originale è progettata per scoiattoli appena nati, coniglietti, pipistrelli, conigli, scoiattoli rossi, scoiattoli volanti, gattini appena nati, cuccioli di chihuahua e animali con un...
  • Questi capezzoli sono stati progettati per durare di gran lunga altri capezzoli con meno possibilità che piccoli denti affilati perforino il capezzolo. Questi capezzoli sono stati progettati anche...

I segnali del parto imminente

La nascita dei gattini viene annunciata da alcuni segnali che potrai notare. Innanzitutto, potrai renderti conto che la micia è più agitata del solito. Nei giorni prima del parto, infatti, la gattina potrebbe andare in giro per caso e mostrare segni di irrequietezza. Oltre a ciò, potrebbe miagolare più spesso e pulirsi continuamente. Inoltre, se noti che ha meno appetito del solito, potrebbe significare che il parto è imminente. Cerca, in questi momenti, di farla bere di più. Portala, poi, in un luogo tranquillo, dove le hai fatto la cuccia. Offrile anche delle coperte, se dovesse far freddo. Potrai notare, inoltre, che dai capezzoli fuoriesce il colostro, il primo latte della mamma.

Cosa fare durante il parto

La nascita dei gattini è ormai vicina! Cosa fare, quindi, durante il parto? Come accennato, molte gattine vogliono restare da sole durante il parto.  Come per la nascita dei cuccioli di cane, anche il gatto sa istintivamente come comportarsi durante il parto. Il momento del travaglio è riconoscibile da alcuni segnali: la gatta respira in modo affannato e fa continuamente le fusa. Non tutte le gattine sono uguali, però. Alcune, infatti, potrebbero non voler restare da sole e cercare le attenzioni dell’uomo. Se ti rendi conto che la tua gattina ti cerca, stalle accanto, accarezzala, rassicurala. Solitamente, tra l’inizio del travaglio e la nascita del primo gattino trascorrono circa 2 ore. Prima di partorire, ti renderai conto che la gattina ha le contrazioni. Infine, tra la nascita del primo cucciolo e il successivo può anche trascorrere un’ora, durante la quale la mamma si riposa.

La pulizia dei cuccioli

Dopo la nascita dei gattini, la micina li lecca per rimuovere il sacco amniotico e il cordone ombelicale. Inoltre, leccando i piccoli, la mamma stimola la loro respirazione. Potrebbe capitare, però, che la gattina sia molto stanca. Se ti rendi conto di ciò, puoi aiutarla, facendo attenzione ad alcune cose. Innanzitutto, ricorda di posizionare il gattino a faccia in giù. Poi, strofinalo con delicatezza contro pelo, per liberare le sue vie aeree e stimolare la respirazione. Infine, potrai vedere la gattina mangiare la placenta: non preoccuparti, è un comportamento del tutto naturale per loro.

Possibili complicazioni

Solitamente, durante il parto, le gatte sanno gestirsi tranquillamente e le complicazioni sono rare. Esistono, però, dei casi in cui la nascita dei gattini può andare incontro a dei rischi. Impara, dunque, a riconoscere i segnali di allarme e ad intervenire tempestivamente qualora ce ne fosse il bisogno. Se, ad esempio, la gattina ha contrazioni da oltre 2 ore e il primo cucciolo non nasce, se passa troppo tempo tra un cucciolo e l’altro, se il liquido amniotico ha un cattivo odore o se la gattina perde molto sangue, rivolgiti tempestivamente al veterinario.

Il post parto

Dopo la nascita dei cuccioli, i piccoli cercano i capezzoli della mamma per bere il loro primo latte. È, questo, un momento importante ed emozionante. Il colostro, il primo latte, infatti, li nutre e passa loro anticorpi essenziali per lo sviluppo del sistema immunitario. Potresti notare, inoltre, lo spostamento, da parte della gattina, dei piccoli da un’altra parte, per sentirsi più tranquilla e al sicuro. In questo caso, aiutala a cercare un posto silenzioso, riparato, dove farle accudire i cuccioli serenamente. Puoi optare per una cuccia da interno, comoda, calda e confortevole, affinché la gattina si senta a suo agio per allattare i piccoli. Scegli una cuccia di un materiale facile da pulire, con cuscino lavabile separatamente, in lavatrice o a mano.

Cuccia da interni per gatti, lettino a cupola per gatti, stile...
  • Materiale: la cuccia calmante per gatti è realizzata in materiale robusto, resistente a morsi e graffi. La superficie super morbida in finta pelliccia è ottima per mantenere il gatto al caldo, offre...
  • Cuccia dal design intelligente: con un ingresso triangolare e un design simile a una grotta, la cuccia chiusa 2 in 1 per animali domestici funge da morbida casa per gatti/cani e la parte superiore si...
  • Struttura robusta: realizzata in schiuma ad alta densità e materiale esterno in microfibra al 100%, questa cuccia a forma di tenda offre agli animali domestici un posto accogliente in cui...
Ancora nessun voto
Please wait...
65 Visualizzazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *